Il Milan continua a studiare diverse piste prima di piazzare l’ennesima zampata sul mercato. “Centravanti? Aspettiamo il momento giusto”, ha dichiarato il direttore sportivo, Massimiliano Mirabelli (foto dal profilo Twitter di Lorenzo Beccaris), dopo l’amichevole disputata a Catania contro il Betis Siviglia. Proprio il ds del Milan questa sera era sugli spalti dello stadio Olimpico di Torino per assistere in prima persona alla sfida di Coppa Italia tra i granata allenati da Sinisa Mihajlovic e il Trapani. Nel mirino di Mirabelli c’è sempre Andrea Belotti, vero sogno di mercato per rinforzare l’attacco rossonero.

SUPER GALLO - Andrea Belotti contro il Trapani si è preso la scena all’Olimpico di Torino. Il Gallo ha aperto le marcature dopo 13’ con un mancino angolato dall’interno dell’area di rigore su assist di Ljajic. Al 21’ Belotti ha contribuito alla realizzazione del gol del 2-1 (è stato assegnato l’autogol a Fazio alla fine). Il Gallo da posizione defilata cerca il cross col mancino, il pallone finisce in rete dopo il tocco del difensore del Trapani. Al 41’ del primo tempo il Gallo ha trovato la tripletta personale con un gol dei suoi: scatto sulla linea del fuorigioco e tiro angolato a battere un incolpevole Marcone. Nella ripresa Belotti ha più volte sfiorato il terzo gol, senza riuscire a trovarlo. Il numero 9 granata all’Olimpico ha mostrato il suo solito spirito combattivo, in fase offensiva e non solo: più volte ha inseguito gli avversari fino alla metà campo per provare a recuperare il pallone. 



IL PREZZO - Il Gallo è sempre stato l’obiettivo numero uno per il mercato rossonero, ma la richiesta del Torino per il giocatore da inizio mercato ad oggi è rimasta invariata: i 100 milioni di euro della clausola rescissoria. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha più volte blindato pubblicamente il numero 9 granata e gli ha promesso il rinnovo di contratto. Le parti hanno iniziato a trattare e a Belotti - a giudicare dai sorrisi e dalla disponibilità mostrata ogni giorno nel fermarsi a firmare autografi e scattare foto - l’idea di continuare ad essere amato e coccolato dal popolo granata sembra allettare. Certo, vestire la maglia di quel Milan per cui tifava da bambino resta un sogno. Ma quando potrà realizzarsi? La società rossonera ha pronta pronta da settimane una nuova offerta, superiore ai 50 milioni di euro, con l'inserimento dei cartellini di Niang e Paletta, ma non sarà facile convincere Cairo a cedere Belotti a meno di 20 giorni dalla chiusura del mercato.

TUTTE LE PISTE - Il Milan può provarci ancora, dopo aver studiato con grande attenzione tutte le piste percorribili per rinforzare l’attacco. Il Gallo e Pierre-Emerick Aubameyang restano i sogni di mercato del Milan, Edinson Cavani la suggestione nata nelle ultime ore visto l’imminente passaggio di Mappé al Paris Saint-Germain, Nikola Kalinic il giocatore più facilmente raggiungibile tra quelli seguiti dal duo Fassone-Mirabelli. Nonostante l’offerta da 25 milioni di euro presentata dall’Everton alla Fiorentina, il giocatore croato aspetta: vuole vestire solo rossonero, come già manifestato pubblicamente nelle scorse settimane. Kalinic aspetta il Milan, il Milan aspetta il nuovo centravanti. E la 7 attende un nuovo padrone (oggi sono stati ufficializzati i numeri di maglia alla Lega, la 7 resta libera). Chissà che non possa essere proprio il Gallo a prendere la maglia dell’idolo Andriy Shevchenko. Il Milan prepara un nuovo rilancio, il blitz all’Olimpico di Mirabelli lo conferma. Si avvicinano i giorni della punta rossonera.