Roberto Belotti, padre dell'attaccante del Torino Andrea, rivela al Corriere TV: "Non ho visto la sua partita in Nazionale contro la Germania perché ero a lavorare in tipografia, non sono riuscito a cambiare il turno". Poi qualche ricordo d'infanzia: "Da piccolo giocava in ogni angolo della casa; non mi aspettavo che arrivasse così lontano. All’inizio non voleva nemmeno iniziare a giocare a calcio, poi si fece contagiare dai compagni. Prima era un centrocampista, all'Albinoleffe gli cambiarono ruolo. Mia moglie si preoccupò molto quando è andato a Palermo, perché non era più vicino a casa".