Adesso c'è da fare in fretta. La Lazio non ha tempo da perdere, il rinnovo di Lucas Biglia va accelerato. Perché il contratto del centrocampista argentino va a scadenza nel giugno del 2018, ovvero teoricamente tra poco più di un anno l'ex Anderlecht potrebbe firmare a parametro zero per qualsiasi club qualora la Lazio non dovesse blindarlo. Da tempo, il presidente Lotito ha spiegato che l'intenzione è proprio quella di rinnovare e adeguare il contratto di Biglia. Ma ad oggi l'accordo ancora non è stato trovato: quei 2,5 milioni più bonus legati alle presenze non hanno convinto l'argentino, bisognerà riparlarsi. Senza rischiare di spezzare la corda.

TRA LE BIG E LE FIRME - Entro il prossimo gennaio, la speranza della Lazio è di arrivare a un accordo definitivo vista anche la disponibilità di Biglia a discutere del rinnovo. Ma bisognerà ripensare le cifre e i dettagli dell'intesa, previsto un nuovo incontro; e l'ultimo, lungo infortunio del regista non aiuta sicuramente a completare tutto. Proprio gli infortuni hanno frenato l'assalto a Biglia da parte dell'Inter, nel gennaio scorso: pronta un'offerta importante da recapitare a Lotito, poi un passo indietro di fronte a un problema fisico. Lo stesso dubbio che ha avuto la Juventus, Marotta e Paratici in estate durante la caccia al centrocampista hanno fatto un pensiero a Biglia, mosso i primi contatti, poi si sono tirati indietro proprio per la questione infortuni. Dovesse andare a scadenza, un giocatore così potrebbe comunque essere un'occasione per tutti, anche per le big. La Lazio è convinta che non c'è pericolo. E adesso c'è un rinnovo da fare in fretta. Con ottimismo, ma senza tempo da perdere.