Era stato criticato per tutto, anche per essere uscito dal campo contro la Juventus con un sorriso amaro sulle labbra. Era stato detto che senza Palacio non avrebbe mai potuto segnare e che nonostante la ripresa fosse un giocatore mediocre e nulla più. Beh… ieri Mattia Destro si è ripreso quello che in parte aveva perso: tutta Bologna.

In una partita incredibile e al cardiopalma contro il Chievo, il bomber di Ascoli non solo ha dato vita ad una doppietta ma ha giocato probabilmente la sua miglior partita di sempre con la maglia del Bologna. Tanti palloni recuperati, molti falli subiti, pericolosità e uno spirito di sacrificio che non è mai venuto meno. Questo è il giocatore che tutta la tifoseria acclamava, questo è il giocatore che a fine partita ha sentito ripetere dal settore ospiti il suo nome ad oltranza.

Insieme a Simone Verdi, del quale si è parlato tutta la settimana dopo le parole del Chairman Joey Saputo che non ha escluso una sua possibile partenza nelle prossime sessioni di mercato, Destro ha fatto brillare l’attacco del Bologna e creato scompiglio nella difesa scaligera. Una gara incredibile e mozzafiato, finita 2-3 al Bentegodi, un match che difficilmente il tifoso rossoblù dimenticherà.

Voglio caricarmi il Bologna sulle spalle e per questo motivo devo segnare molti più gol, ora mi sento bene e così anche la squadra per cui non posso che essere felice. E’ normale che con tutto il Bologna che gira arrivino anche le mie reti” – ha dichiarato il giocatore nel post partita – “Sono contento perché con la vittoria di questa sera i tifosi si potranno godere un buon Natale”.

E il regalo sotto l’albero è appunto un ritrovato Mattia Destro, capace con le sue reti di trascinare la squadra verso il successo. Non mollare ha dato i suoi frutti… e ora bisogna continuare così perché la Serie A non si ferma, si torna subito in campo tra una settimana contro l’Udinese al Dall’Ara. E sì, bisognerà dare continuità a questo splendido risultato.