Nella lunga settimana che precede il derby della Lanterna, ha voluto parlare della partita anche un ex giocatore di entrambe le squadre: Roberto Breda.

 

L'attuale allenatore della Virtus Entella si è espresso così sul sito ufficiale della società chiavarese: “Genoa e Sampdoria arrivano al derby con stati d'animo e classifiche totalmente differenti – ha detto l'ex centrocampista - La Samp, dopo un buon avvio, purtroppo non sta trovando continuità di risultati. Il Genoa invece è una squadra che ha avuto più solidità ed efficacia in queste prime partite”.
 

Risultato scontato dunque? Non secondo Breda: “Il derby è una storia a sé. In quel momento la classifica conta poco, contano più le motivazioni e può capitare che chi è sfavorito possa riuscire a ribaltare il pronostico”.

 

Breda mette poi in risalto le conseguenza psicologiche che l'esito della stracittadina avrà sulle due squadre: “E' una partita che in ogni caso avrà un peso specifico anche dopo i 90' – ha proseguito il tecnico - Per chi riuscirà ad ottenere un buon risultato può essere la conferma di ciò che sta facendo di buono oppure rappresentare la ripresa dopo un periodo difficile. Per chi invece dovesse perdere le ricadute potrebbero essere pesanti”.

 

Cresciuto nel vivaio blucerchiato e poi approdato in tarda carriera al Grifone, l'ex mediano si augura che entrambe le genovesi possano fare un bel campionato: “Io vedo due buone squadre, guidate da due ottimi allenatori e spero che nel corso della stagione possano far bene tutte e due. Anche se alla fine il campo richiede i risultati e non dà mai per scontato nulla”.