In Germania non si placano le polemiche contro Carlo Ancelotti. La rimonta da 2-0 a 2-2 subita dal suo Bayern in casa con il Wolfsburg, nell'anticipo della sesta giornata di Bundesliga, non fa altro che alimentare le critiche. Ancelotti esclude dalla formazione titolare i tre colpi di mercato: Sule, Tolisso e James Rodriguez (questi ultimi due entrati nella ripresa con l'ex juventino Coman). Sulla panchina del Wolfsburg debutta il nuovo tecnico Schmidt (arrivato al posto dell'esonerato Jonker), protagonista dell’ultima sconfitta in casa del Bayern in campionato nel marzo del 2016, quando allenava il Mainz. Senza l'infortunato Mario Gomez al centro dell'attacco gioca Origi, in prestito dal Liverpool.

La gara si mette in discesa per i padroni di casa, che sbloccano il risultato con Lewandowski su rigore e raddoppiano grazie al tiro di Robben deviato in rete da Rafinha. A questo punto la pratica sembra già chiusa, invece nella ripresa il Wolfsburg rimonta fino al 2-2 grazie alla papera del portiere Ulreich sulla punizione di Arnold e al colpo di testa di Didavi. Lo staff tecnico italiano è nella bufera anche per la ricaduta di Neuer dall'infortunio. Insomma sono tempi duri per Ancelotti. E mercoledì in Champions League il Bayern dovrà vedersela a Parigi col tridente delle meraviglie Mbappé-Cavani-Neymar...