Cagliari-Lazio 0-0

Rafael 6,5: salva il risultato in un paio di circostanze. Sempre sicuro quando si tratta di uscire in presa alta.

Isla 5,5: partita difficile per lui, soffre gli inserimenti dalle retrovie di Radu, costante spina nel fianco sulla corsia destra dei sardi.

Pisacane 6,5: segue come un'ombra Immobile senza mai distrarsi. Una sicurezza anche come centrale.

(dall'86' Salamon SV)

Bruno Alves 6,5: giganteggia come di consueto nella propria trequarti.

Murru 6: si disimpegna benissimo nel duello contro Felipe Anderson, ma in fase propositiva si vede di rado.

Dessena SV.

(dal 9' Faragò 5: entra a freddo a causa dell'infortunio di Dessena e la prestazione ne risente. Per distacco il peggiore dei suoi)

Tachtsidis 6: troppo lento e macchinoso in fase di impostazione, soffre gli inserimenti tra le linee di Keita e Lulic. Nella ripresa aumenta i giri del motore.

Padoin 5,5: partita di sacrificio in costante marcatura su Parolo. Si divora il gol vittoria nei minuti finali. Non certamente la miglior prestazione stagionale.

Ionita 6,5: corre e lotta per tutti i 90', guadagnandosi gli applausi del Sant'Elia.

Joao Pedro 5,5: non è brillante come al solito, il Cagliari ha bisogno delle invenzioni del brasiliano per far male alle difese avversarie.

Sau 5,5: attacca in profondità la difesa laziale, ma è dura destreggiarsi tra due giganti come de Vrij e Hoedt.

(dal 67' Farias 6: prova ad accendersi dalle parti di Strakosha, ma non trova mai lo spunto vincente)



All. Rastelli 6: presenta un 4-3-2-1 con Joao Pedro e Ionita molto avanzati, quasi in linea di Sau. Deve fare a meno di bomber Borriello, fermo ai box per un problema fisico, e perde capitan Dessena dopo una manciata di minuti. Ma il Cagliari gioca comunque una buona partita di fronte ad un avversario sulla carta favorito. Si becca i fischi del Sant'Elia al momento del cambio di Farias per Sau.