Urbano Cairo, presidente del Torino, parla delle caratteristiche che dovrà avere, a suo dire, il prossimo presidente della Lega di Serie A: "Al momento l'accordo non si è trovato, secondo me non è un problema di nomi quanto di organizzazione della Lega. Quello che è importante oggi, in Lega, è organizzarla in modo manageriale. Ci vogliono manager giovani, bravi che vadano in giro per il mondo a rappresentare il calcio italiano e a sviluppare i diritti esteri che per il momento sono troppo bassi rispetto al campionato come quello spagnolo che ha dei valori che sono quasi quattro volte l'Italia. Galliani? Io Galliani lo stimo e lo conosco da molti anni, non è un problema di nomi, ma di organizzazione della Lega. Non è che Galliani da solo può fare tutto il lavoro che va fatto".