Il presidente del Torino, Urbano Cairo ha parlato ai margini della partita disputata dal Torino Primavera nel nuovo stadio Filadelfia. Parlando ai microfoni dei cronisti presenti, il patron granata ha fatto il punto sulla situazione del club: "Fa effetto essere qui, ma non era il Toro che mi aspettavo. Probabilmente abbiamo subito un po’ troppo l’emozione dell’esordio, ma ci tenevo a esserci, e ci teneva anche il pubblico, dal momento che c’erano davvero tantissime persone”.

CONTRO LA SAMPDORIA - "Domani mi aspetto una gara all’arrembaggio, con voglia di vincerla. Mihajlovic non si è mai nascosto, ha sempre detto le cose con grande franchezza mettendoci la faccia. Ma ora non bisogna più parlare di Europa, ora bisogna conquistarla con i fatti. I conti cominceremo a farli da gennaio”. 

MIHAJLOVIC RINNOVA - "Tecnicamente non è in scadenza Mihajlovic perché abbiamo un rinnovo automatico in caso di accesso all’Europa League. Ma comunque non avremo problemi a parlarne durante l’anno. Miha dice che dopo questo mercato sono il suo migliore amico? Mi voleva bene anche l’anno scorso! Poco per volta abbiamo imparato a conoscerci, c’è un bel rapporto di stima. La campagna acquisti è stata importante, dalla difesa all’attacco. Abbiamo 7 punti dopo 3 gare, l’anno scorso erano solo tre. Ma ragioniamo partita per partita. Poi, vedremo…”.