I dollari nella sua porta, lanciati dalla tribuna, per contestarlo. Momenti caldi per Gianluigi Donnaruma, con una temperatura in perenne ascesa anche a causa del Milan Club Polonia. Sono proprio i tifosi rossoneri del club polacco i protagonisti della contestazione di Cracovia, nella gara tra Italia e Danimarca; e Roman Sidorowicz spiega la protesta ai microfoni di Radio Sportiva: "Per aspettare un'altra partita del Milan ci vogliono mesi, e poi non si sa se Donnarumma giocherà un'altra partita col Milan. Siamo partiti da Varsavia con altri ragazzi e membri del consiglio direttivo del club per questa protesta. Ci siamo sentiti offesi. Aveva baciato la maglia, aveva detto che il Milan era la sua squadra del cuore, poi però non ha rinnovato: per tutti i milanisti questa è una grande offesa".