L'aritmetica certezza di vederle agli ottavi di Champions League ancora non c'è. Poteva arrivare questa sera, ma Juventus e Roma hanno, rispettivamente, pareggiato con il Barcellona e perso con l'Atletico Madrid. Una situazione che, comunque, vede le italiane con un piede agli ottavi, visto che dipende solo dalle squadre di Allegri e Di Francesco il passaggio del turno: il destino è nelle loro mani: ecco come. 

ALLA JUVE SERVE... - Barcellona 11, Juventus 8, Sporting 7, Olympiacos 1.
Partiamo da un presupposto: lo Sporting Lisbona deve vincere al Camp Nou con il Barcellona. Con la vittoria dei portoghesi, la Juve è costretta a vincere ad Atene con l'Olympiacos. Se, invece, lo Sporting perde o pareggia col Barça, Buffon e compagni possono anche perdere per essere certi del secondo posto aritmetico (in caso di arrivo a pari punti, valgono gli scontri diretti). Impossibile, invece, il primo posto: arrivando a pari con la squadra di Valverde (11 punti), sarebbe seconda per gli scontri diretti. 

ALLA ROMA SERVE... - Chelsea 10, Roma 8, Atletico Madrid 6, Qarabag 2.
Anche qui, bisogna partire dallo stesso presupposto: l'Atletico Madrid deve vincere a Stamford Bridge contro il Chelsea. Con la vittoria dei Colchoneros, la Roma deve vincere o pareggiare all'Olimpico con il Qarabag. Basta un punto per l'aritmetica qualificazione, visti gli scontri diretti. La Roma, a differenza della Juve, può ancora puntare al primo posto nel girone: se l'Atletico batte il Chelsea e la Roma vince con il Qarabag, gli uomini di Di Francesco volano in vetta (con Chelsea secondo e Atletico in Europa League). Se, invece, l'Atletico perde, Nainggolan e compagni possono anche perdere.