Per il rinnovo basteranno cinque minuti. Lo ha detto più volte Giorgio Chiellini, lo ha ribadito in ogni occasione anche il suo agente Davide Lippi. Ed è esattamente lo stesso pensiero della dirigenza bianconera, che mai ha avuto un solo dubbio a proposito del ruolo di capitano con o senza fascia del difensore all'interno della rosa. Sulle sue forti spalle graverà il peso di un cambio generazionale che non può più essere rimandato all'interno della Juve, unico uomo della vecchia guardia davvero sicuro di restare ancora a lungo al fianco della nuova generazione (non solo in termini di età) come quella rappresentata dai vari Pjanic, Dybala, Higuain stesso. Lo stesso ruolo che dovrà decidere se interpretare anche in Nazionale, aspettando il verdetto sul nuovo commissario tecnico. Un contratto che lo legherà a vita alla Juve dunque, con scadenza fissata al 30 giugno 2020 quando poi si valuteranno motivazioni e condizioni fisiche. E per trovare quei cinque minuti, non c'è fretta alcuna. Tanto più che in occasione dell'ultimo contratto firmato oltre alla scadenza del 30 giugno 2018 c'era anche un'opzione di rinnovo automatico in mano alla Juve per la stagione successiva (leggi qui).

 

IL FUTURO – Ancora, almeno, due anni in campo. E poi si vedrà. Per lui c'è tutto una vasta gamma di opzioni che potrà scegliere insieme alla proprietà bianconera per restare nel mondo Juve anche una volta appesi gli scarpini al chiodo. Chiellini nel frattempo ha affiancato in bacheca a Scudetti, Coppe Italia e Supercoppe Italiane anche una laurea magistrale in Economia e Commercio, che unita ad un'esperienza sul campo di altissimo livello gli permetterà di intraprendere praticamente ogni percorso. Senza però dimenticare la famiglia, come ammesso proprio ieri in occasione dell'evento Randstad dove ha delineato un futuro sì nel mondo del calcio e della Juve ma che non lo porti lontano da casa per 24 ore al giorno. Sarà Chiellini-Juve a vita dunque, non solo come calciatore ma anche come dirigente: per capire in quale veste ci sarà bisogno di qualche minuto in più. Il tempo tanto non mancherà, il 2020 potrebbe essere anche solo un traguardo intermedio e non finale.

@NicolaBalice