Prosegue anche nella stagione 2016-2017 l’appuntamento della nostra rubrica SOS arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e dà i voti agli arbitri del massimo campionato. Ecco il riepilogo degli episodi contestati nella tredicesima giornata:

GLI ERRORI PIÙ GRAVI

Empoli-Fiorentina: “C’è una mano di Maccarone nel corso di una ripartenza, andava sanzionata da Massa. Nel proseguo della medesima azione, Tomovic fa fallo su Maccarone da ultimo uomo. Manca un cartellino rosso al difensore della Fiorentina perché interrompe una chiara occasione da gol. Massa non vede due irregolarità in un’azione, è molto grave. E bisogna considerare che Empoli e Fiorentina erano sul punteggio di 0-1”.

Crotone-Torino: “Belotti in evidente fuorigioco nell’azione del primo gol. Sbaglia l’assistente Del Giovane in questo frangente. Dopo due minuti Rossettini trattiene in area Falcinelli: qui commette un errore Celi a non sanzionare il contatto, era calcio di rigore per il Crotone”. 

I VOTI AGLI ARBITRI della tredicesima giornata di Serie A: 

Chievo Verona-Cagliari: Gavillucci 5,5 (“Gestione errata dei provvedimenti disciplinari”). 
Udinese-Napoli: Banti 7 (“Ottima gestione della gara. La collaborazione con gli assistenti di gara funziona alla perfezione”). 
Juventus-Pescara: Fabbri 6,5 (“Gestisce la partita in scioltezza”).
Atalanta-Roma: Rocchi 7 (“Entrambi i rigori sono netti. Toloi colpisce il pallone col braccio largo su conclusione di Salah, giusto assegnare il penalty. Nel finale Paredes aggancia Gomez col piede, è calcio di rigore”).
Bologna-Palermo: Russo 6,5.
Crotone-Torino: Celi 5.
Empoli-Fiorentina: Massa 4.
Lazio-Genoa: Di Bello 7 (“Ottima gara dell’arbitro di Brindisi. Giusto il rigore assegnato alla Lazio per fallo di Orban su Felipe Anderson e corretta l’espulsione nel finale per lo stesso difensore del Genoa dopo una reazione contro Immobile”).
Milan-Inter: Tagliavento 7,5 (“Proteste rossonere sul pari dei nerazzurri, ma è dell’Inter la rimessa (tocco di Locatelli) da cui nasce il gol del pareggio di Candreva”).
Sampdoria-Sassuolo: Doveri 6,5. 

CHI SALE: Tagliavento, Rocchi e Di Bello.
CHI SCENDE: Massa, Celi e Gavillucci.