Benevento-Chievo Verona 1-0

Sorrentino 6,5: se la sconfitta non ha avuto proporzioni più larghe è soprattutto per merito suo che in due circostanze salva la sua porta

Cacciatore 5,5: soffre lo sprint di Parigini e poi quello di D'Alessandro, senza trovare mai le giuste contromisure

Tomovic 5,5: dirottato come centrale, non riesce a dare il meglio di sé in un ruolo evidentemente non suo

Cesar 4,5: imbarazzante per larghi tratti: non solo non tiene Coda sul piano fisico, ma nemmeno su quello della velocità. E pure l'attaccante salernitano non è un fulmine

Gobbi 5: con Brignola c'è una differenza d'età di 19 anni e in campo si è vista tutta: ha sofferto per tutta la gara la freschezza e la verve del talento sannita

Depaoli 5: se nell'under 21 si è fatto apprezzare come esterno, da mezzala lascia molto a desiderare. Incomprensibile la scelta di Maran

(dal 76' Pucciarelli sv)

Radovanovic 5,5: non orienta mai la manovra come dovrebbe, anche perché il Benevento non gli lascia respiro

Hetemaj 5: non è ancora al meglio e si è visto. Non riesce a dare il solito contributo

(dal 68' Garritano sv)

Birsa 5: un fantasma. Non si è visto mai, nemmeno sui calci piazzati, punto di forza del fantasista sloveno

Pellissier 5,5: l'ultimo a mollare, il primo a suonare la carica, senza però riuscire a ottenere grossi risultati dai suoi

Inglese 5: se questa è stata la sua ultima partita col Chievo, non si può dire che sia stata memorabile. Anzi, non ne indovina letteralmente una

(dal 54' Stepinski 5: riesce a fare quasi peggio di Inglese, se possibile)


All. Maran 5: terza sconfitta consecutiva e una crisi che diventa più profonda per il Chievo. Un rendimento che non può essere giustificato solo con i tanti infortuni