Sembrava il nuovo Torricelli, scovato dalla Juventus nel Bra nel 2013 e portato in bianconero. Dopo una serie di prestiti, Mbaye Diagne non è riuscito a esplodere a Torino e, dal 2016, gioca in Cina, nel Tianjin Jeda. Negli ultimi giorni l'attaccante senegalese è finito al centro di una vera e propria bufera per via di un video postato su internet in cui ha in mano una pistola: "Credevo fosse una cosa divertente, che il mio comportamento non avesse infranto le leggi cinesi. Dopo che il video è stato condiviso, il mio club mi ha immediatamente contattato, così ho cancellato il video e portato la pistola alla Polizia. Chiedo scusa per l'influenza negativa del mio comportamento. In futuro rispetterò sempre le leggi cinesi".