Il Sassuolo fa sul serio e prosegue la sua corsa, interrotta martedì col Vicenza, tornando a vincere contro l’Ascoli. Eppure i bianconeri non avevano demeritato in una prima mezz’ora avara di occasioni da rete e costellata di errori da ambo le parti. Al 32’ però arriva il lampo che decide la partita. Boakye si prende la scena eludendo la marcatura di Faisca e scaricando in porta un gran destro incrociato. Da qui in poi è un monologo neroverde con la squadra di Di Francesco che sciorina il suo calcio tutto tagli e verticalizzazioni. Troianiello e Boakyie si infilano come il burro nella retroguardia ascolana e sfiorano il raddoppio in almeno sei circostanze. L’Ascoli è tutto nell’occasione mancata da Feczesin da un metro all’81' e nella punizione di Zaza all’88’. Troppo poco per sperare di portare via un punto dal Braglia alla capolista.

SASSUOLO

Il difensore del Sassuolo Emanuele Terranova: ‘Pavoletti in panchina, Boakye che gioca titolare e segna? Questo sta a dimostrare che nel Sassuolo non ci sono titolari e anche chi subentra dalla panchina a partita in corso fornisce il suo contributo. Il mister fa le sue scelte e noi dobbiamo farci trovare pronti in ogni momento ma sappiamo che c’è bisogno di tutti. Oggi sapevamo che non era facile ma siamo stati bravi a soffrire tutti insieme. D’ora in avanti le partite saranno tutte così, siamo primi in classifica e gli avversari daranno sempre qualcosa in più. È vero che alcune ocassioni potevano essere sfruttate meglio ma è altrettanto vero che questa era la terza partita in una settimana. La Serie A? Mi piacerebbe andarci col Sassuolo ma cerchiamo di vivere alla giornata e dare il massimo, i conti li faremo più avanti’.

ASCOLI

Il difensore dell’Ascoli Luca Ricci: ‘Al di là del risultato la nostra prestazione è stata positiva. Secondo me è un ulteriore passo in avanti nella crescita della squadra. Nella ripresa abbiamo rischiato in alcune circostanze di subire il raddoppio ma di fronte avevamo la capolista del campionato. Anzi a dir la verità un’occasione grande come quella che abbiamo avuto noi con Feczesin loro non l’hanno avuta. Comunque non abbiamo mai preso imbarcate limitando i danni molto bene. Sono molto contento per Giallombardo che oggi ha giocato titolare per la prima volta così come Morosini, fa parte del gruppo e ha disputato un’ottima prova. Ora ci aspetta il Crotone al Del Duca che per noi è fondamentale, del resto tutte le salvezze si costruiscono in casa’.