Caccia all'occasione, la Roma arriva alla sessione invernale del mercato con le idee chiare: cedere gli esuberi, rimpiazzarli con giocatori funzionali ma a prezzi ragionevoli. Nel mirino soprattutto le fasce difensive e Monchi ha già individuato il nome giusto: si tratta di Matteo Darmian, ai margini del progetto di Mourinho al Manchester United. Secondo Il Corriere dello Sport il ds giallorosso è in contatto con i manager dell'ex Milan e Torino, agenti che stanno lavorando per convincere i Red Devils a lasciar partire il terzino in prestito con diritto di riscatto.

DARMIAN IN, DUE OUT - Un rinforzo double face, destro naturale capace di agire anche sulla corsia mancina, che permetterebbe alla Roma di sopperire anche all'eventuale partenza di Emerson Palmieri: vuole spazio per trovare continuità, può partire e sulle sue tracce si è messa anche la Juventus. L'arrivo di Darmian però è legato a doppio filo al futuro di Bruno Peres: ingaggio simile (1,8 milioni di euro netti a stagione), per sbloccare l'acquisto del terzino dallo United serve prima la cessione del brasiliano, per il quale al momento si registrano un paio di sondaggi dall'Italia e l'interessamento di Benfica e Galatasaray.

VIA SKORUPSKI, ARRIVA... - Non solo un terzino però, porte girevoli in casa giallorossa: Monchi infatti è al lavoro per la cessione di Skorupski, che chiede più spazio. Se arriverà l'offerta giusta allora la Roma cercherà un nuovo secondo portiere: difficile Perin, i nomi più fattibili per guardare le spalle di Alisson sono Karnezis del Watford e Mirante del Bologna.