Da VivoPerLei
Nicola Pelizzari scrive:


Premetto subito che non sono tra i detrattori di Marotta e del suo operato: anzi, spesso mi sono trovato a difendere la coppia Marotta-Paratici da chi la tacciava di aver fatto uno scarso lavoro; ricordando come avessero preso in mano la Juventus e come, sotto la sapiente guida di Andrea Agnelli, l’abbiano trasformata. Siamo uomini e, come tali, nessuno di noi è perfetto: sbagliare è fisiologico, soprattutto in un lavoro in cui si è continuamente sotto i riflettori.
Nelle ultime dichiarazioni dell’AD bianconero, mi ha stupito molto un particolare: interpellato su Pjanic, in due occasioni (prima del Chievo e del Genoa per la precisione), ha sempre risposto che, nonostante siano ovviamente contenti di averlo, il bosniaco sta fino al momento rendendo al di sotto delle aspettative. Dichiarazione legittima ma, allo stesso tempo, non da Marotta, sempre molto attento nel pesare le esternazioni mediatiche, ben conscio di come poi possano essere interpretate, soprattutto se dall’altro canto c’è un continuo tacere sulla principale mancanza della dirigenza bianconera in sede di mercato estivo, mancanza che sta, paradossalmente, penalizzando anche Pjanic; un mercato faraonico ma, ebbene sì, incompleto. Perché, piaccia o no, la...CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE E PER COMMENTARE