Donnarumma e il Milan, un matrimonio che non può considerarsi solido. Ai continui slittamenti del closing, alle parole poco rassicuranti di Raiola, che ha la procura del talentuoso portiere classe 1999, vanno aggiunte le dichiarazioni del diretto interessato, che intercettato all'arrivo a Firenze per raggiungere il ritiro della Nazionale non ha dato le rassicurazioni che i tifosi rossoneri avrebbero voluto: "Sono legato al Milan, ma al mio futuro ci penserà il mio procuratore. Sono milanista, spero di restare al Milan, come ho detto della mia situazione se ne occupa il mio agente (Raiola ndr). Meret può essere il mio vice, lo conosco molto bene. Non ci sono chiarimenti da fare con i giocatori della Juve, ero nervoso e arrabbiato per come era finita la partita, ma non ci sono problemi da risolvere".