Empoli-Napoli 2-3
 
Skorupski 6: parando il primo rigore di Mertens, riesce a tenere in partita la sua squadra almeno per i primi venti minuti. Incolpevoli sugli altri gol, il secondo tempo lo segue da spettatore.
 
Laurini 5,5: Insegne e Ghoulam lo costringono ad un pomeriggio complicato.
 
Bellusci 5,5: di testa è una sicurezza, ma si fa scappare via Mertens in più di un’occasione.
 
Costa 4,5: pronti via commette il fallo da rigore che Skorupski riesce a neutralizzare. Non contento, mette la firma anche sul disimpegno errato che permette ad Insigne di battere facilmente a rete. 
 
Pasqual 5: Hysaj e Callejon hanno un altro passo, commette un fallo ingenuo sullo spagnolo che vale il rigore del 3-0.
 
Krunic 6,5: è l’unico che ci mette un po’ qualità e un minimo di cattiveria nel primo tempo. Si guadagna pure il rigore che fa sognare i tifosi azzurri.
 
Diousse 5,5: fa quello che può per arginare il quasi perfetto palleggio del Napoli a centrocampo.
 
(Dal 71’ Mauri 6: ingresso positivo, le sue idee alimentano il sogno di una mezza rimonta che sembrava impossibile).
 
Croce 5: in ombra, non riesce mai a mettere in mostra le sue qualità.

(Dall’86’ Dimarco s.v.)
 
El Kaddouri 5,5: nel primo tempo è completamente avulso dal gioco. Cambia marcia nella ripresa con alcune accelerazioni che creano scompiglio alla difesa del Napoli, una delle quali porta alla punizione del 3-1.
 
Pucciarelli 5: gioca sempre lontano dalla porta, poco proposito e mai pericoloso.
 
(Dal 67’ Maccarone 6: con grande personalità calcia e realizza il rigore che accende gli ultimi 10’ di una partita che sembrava morta a fine primo tempo).
 
Thiam 6: Martusciello lo schiera titolare un po’ a sorpresa. Tecnicamente non è un fenomeno, ma ci mettendo l’anima, sfiora il gol impegnando Reina e confeziona un assist al bacio sprecato da Maccarone.
 
All. Martusciello 5,5: oggi a tradirlo è stata la difesa (ma con il Napoli del primo tempo sarebbe stata dura per chiunque), però ha provato a cambiare qualcosa lanciando Thiam dal primo minuto (autore di una gara tutto sommato positiva) e ha spinto la squadra verso il sogno della rimonta con due cambi azzeccati.