Alla fine è arrivato un primo sconto sulla penalizzazione imposta a Manchester City e Paris Saint-Germain per non aver rispettato i parametri del Fair Play Finanziario: come riporta Calcio&Finanza, infatti, la Uefa ha ridotto la sanzione permettendo ai due club di allinearsi in Champions League a soli cinque giocatori del vivaio, invece degli otto previsti inizialmente dalla pena. Il segretario generale dell'Uefa Gianni Infantino ha confermato che la riduzione è dovuta alla protesta della Federazione Internazionale Calciatori: "Quando si prendono tali misure a causa del comportamento dei club, non devono ferire i giocatori e danneggiare i loro diritti, dato che hanno firmato un contratto".