Ma davvero il problema del Milan oggi è smentire le voci intorno a Bonucci? C'è bisogno dell'ormai solito "commento alla rassegna stampa" (altra genialata di questa stagione) per rassicurare i tifosi sulla permanenza di Bonucci? Ma magari fossero vere. Piuttosto, invece, di fingere di essere stizziti per dei rumors che fanno solo comodo a chi ha portato Bonucci a Milanello, sarebbe meglio chiedersi chi è stato a far uscire queste indiscrezioni.

Magari la stessa persona che non ha fatto molto per evitare che fosse pubblicata la foto del nuovo capitano con i suoi ex compagni di squadra. Di questo il Milan si dovrebbe preoccupare, o magari di come quello scatto sia stato gradito all'interno di QUESTO spogliatoio. Si dovrebbe preoccupare del motivo per cui a parlare di Milan sia ancora l'ex presidente e mai l'attuale. Chissà che Rino non decida di ascoltare il suo presidente. Non che cambiare modulo o inserire questo o quel giocatore possa raddrizzare la stagione del Milan, ma forse può servire per allungare l'esperienza di Gattuso che temo essere già segnata.

Forse anche per sua stessa volontà. Nonostante le smentite di rito in merito alle possibili dimissioni presentate da Rino, credo infatti che sia tutto fuorché impossibile che un giorno possa farlo. Lui è ormai uno dei pochi ad amare davvero il Milan e non è certo l'allenatore che resta in un club solamente per soldi. Lui avrebbe il coraggio di dire basta. Lui è tipo da dire: "Tenetevi i soldi e tenetevi questa roba che non assomiglia nemmeno lontanamente al Milan”. Che è poi il pensiero che hanno avuto tutti gli altri monumenti rossoneri che, a titolo diverso, sono stati corteggiati dalla coppia Mirabelli-Fassone.