Mattia Perin, portiere del Genoa, ha parlato a Sky Sport della sua stagione, una delle migliori della carriera: "Dal punto di vista tecnico penso che la prima stagione quando tornai qui e andai al Mondiale e quella dopo, prima dell'infortunio alla spalla, siano sullo stesso livello di questa. Mi sento più uomo, prima ero un ragazzino burlone che non aveva ancora raggiunto il suo equilibrio. Donnarumma-Perin per il dopo Buffon? Ci tengo a precisare che non saremo solo io e lui. La scuola dei portieri italiani, soprattutto negli ultimi tempi, ne sta sfornando tanti, ci sarà una bella competizione che farà bene a tutti perchè fa alzare il livello. Il portiere del Genoa può essere il portiere della Nazionale? Non sta a me deciderlo. Io spero un giorno di realizzare i miei sogni e, come ho detto, di giocare la Champions. È ovvio che per essere il portiere della Nazionale italiana devi giocare in squadre ultra competitive, ma ora non ci penso più di tanto".