Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa, parla a TeleRadioStereo: "Alla sesta giornata avevamo 2 punti, davanti solo al Benevento, una classifica precaria. Ora ne abbiamo 38, la società e Ballardini hanno fatto un ottimo lavoro. Siamo ad un passo da un'impresa straordinaria. Laxalt-Roma? È una di quelle cose estemporanee che nascono a gennaio, era solo un'ipotesi, non c'è stata una trattativa. Laxalt tra l'altro si è dimostrato utile alla causa. Monchi sa cosa fare, intanto pensiamo a raggiungere la salvezza matematica". 

SUL FUTURO DI BALLARDINI - "Di questo non parlo più, sono tutte cose che si mettono in discussione. Una volta raggiunta la salvezza si parlerà dell'allenatore, la società ha dei programmi. Ci sarà da trattare anche il rinnovo di diversi giocatori. È un problema che viene amplificato, ma è solo un problema di tempistica. Al momento giusto la società saprà cosa fare". 

SU PERIN - "Vorrei che restasse sempre, è bravissimo e ha qualità tecniche importanti. È naturale che però un giocatore con queste qualità ambisca a piazze importanti, non so se la nostra volontà potrà essere rispettata ma ci proveremo. Roma? Voi avete un fenomeno, spero che la Roma si possa godere Alisson".

SU BERTOLACCI - "Vedremo che ne penserà il Milan, davanti alla difesa con Ballardini si è espresso bene e non ha avuto problemi fisici. Spero continui così, è un giocatore di spessore che può ancora migliorare".