Acquistato dall'Inter nell'estate del 2011 dal Velez Sarsfield per 6 milioni più 4 di bonus, Ricardo Alvarez fin da subito ha diviso tifosi interisti e addetti ai lavori. Dotato di tecnica sopraffina e di un piede mancino degno di nota ha sempre sofferto il peso della maglia nerazzurra non riuscendo mai a dare continuità ai numeri e alle giocate che ha fatto intravredere durante la sua permanenza in nerazzurro. Giocatore molto duttile tatticamente ha spesso pagato la sua capacità di giocare in diverse zone del campo non riuscendo a trovare una collocazione tattica.

CROCE E DELIZIA - Nei primi due anni all'Inter non è mai riuscito a trovare spazio e continuità. Spesso fischiato dalla tifoseria nerazzurra, Alvarez è riuscito a dimostrare di valere l'Inter solo negli ultimi mesi della scorsa stagione sotto la guida di Stramaccioni. L'inizio dell'attuale stagione è stato sulla falsa riga della scorsa: 4 gol e tre assist nelle prime 11 partite giocando da seconda punta in appoggio a Palacio. L'arrivo del mese di novembre ha segnato la nuova parabola discendente del centrocampista che, arretrato nella posizione di mezz'ala sinistra, ha perso incisività e sicurezza inanellando una serie di prestazioni deludenti. I numeri della stagione nerazzura non lasciano scampo al 26enne di Buenos Aires: con lui in campo l'Inter ha totalizzato 8 vittorie, 10 pareggi e 6 sconfitte, senza di lui 6 vittorie e 2 pareggi.

RINNOVO LONTANO - Mazzarri ha dimostrato di fidarsi di Alvarez schierandolo ogni volta che è stato disponibile e vorrebbe poter puntare sull'argentino anche durante la prossima stagione. Il contratto dell'argentino scadrà nel 2016 e l'entourage del giocatore sta discutendo il rinnovo del contratto con i neroazzurri, accordo che al momento risulta ancora molto lontano a causa delle richieste esose del giocatore che vorrebbe raddoppiare il suo ingaggio arrivando a superare i due milioni e mezzo a stagione.

VALIGIA PRONTA - La società al momento giudica troppo elevata la richiesta del giocatore non ritenendola in linea con le prestazioni offerte. Il giocatore dal canto suo può contare su diversi estimatori, noto l'interesse di Borussia Dortmund e Arsenal, e rimarrebbe a Milano solo con un ruolo da protagonista. La squadra di Mazzarri sembra aver trovato la quadratura del cerchio con Hernanes e Kovacic ai lati di Cambiasso, motivo per cui con l'acquisto di un mediano e la permanenza di Guarin potrebbe fare a meno dell'argentino. Nelle ultime ore alcune indiscrezioni vorrebbero Alvarez inserito nella trattativa per arrivare al centrocampista del Napoli Marek Hamsik, ero e proprio pupillo del tecnico di san Vincenzo.