Gentile Procuratore,
sono un grande tifoso del Pescara affranto per la situazione che stiamo vivendo. Il ritorno di Zeman al Pescara, a mio avviso, è semplicemente ridicolo perché non potrà certamente salvare la nostra squadra dalla retrocessione e dico questo con tutto il rispetto e la stima che nutro nei confronti dell'allenatore boemo. Mi pare, però, che il contratto stipulato fino al 2018 sia comunque sintomatico di non voler dare una svolta davvero. Gli allenatori generalmente sposano i progetti e non amano fare i traghettatori. Io sono anche un allenatore, seppure di categorie dilettantistiche, e mi permetto di dire che la scelta di Zeman di accettare questa panchina sembrerebbe dettata più da interessi economici che da un vero attaccamento alla maglia. O sbaglio?

Donato '93


Caro Donato,
pur nel rispetto delle tue opinioni, non riesco a venirti incontro nelle tue argomentazioni.
Per prima cosa non penso che si possa giudicare "ridicolo" l'ingaggio di Zeman come allenatore (come si possono cancellare con un colpo di spugna le epiche imprese del Pescara di Zeman?!), né si possa insinuare che la scelta di accettare questa panchina così scomoda sia dovuta a meri calcoli economici. Il contratto del Mister boemo non sarà certamente un contratto milionario! Quanto alla durata, è evidente che la situazione in classifica non aiuta oggi a fare progetti a lunga scadenza, dovendo calciatori e allenatore cercare di vivere le ultime domeniche di campionato con la massima concentrazione. Quindi, occorrerà affrontare il presente più che pensare al futuro. Ma nel futuro della squadra abruzzese Zeman ci sarà comunque, già a partire dalla prossima stagione, in qualunque campionato il Pescara andrà a giocare. Ritengo essere, invece, la scelta di Zeman, una scelta più che coraggiosa, dettata proprio da un vero attaccamento alla maglia del Pescara, e, già solo per questo, decisamente lodevole. In questo calcio che sembra perdere per strada ogni giorno tutti i suoi valori, perchè non accogliere a braccia aperte un grande allenatore che con il "suo" Pescara ha voglia di rimettersi ancora una volta in gioco? 


Per scrivere all'avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it