Va all’Inter il primo dei due posticipi della 13esima giornata di Serie A. La squadra allenata da Luciano Spalletti si impone con un rotondo 2-0 sull’Atalanta grazie ad una doppietta di testa di Mauro Icardi. I nerazzurri di Milano si portano quindi al secondo posto in solitaria a due punti dal Napoli capolista confermando soprattutto la propria imbattibilità.
 
Spalletti conferma 10/11esimi della formazione divenuta ormai classica e lancia Santon dal primo miunto in una gara che per larghi tratti si fa statica. Handanovic nega il gol a Hateboer su imbeccata di Ilicic mentre Berisha risponde a un Icardi lanciato a rete di tacco da Borja Valero. Gian Piero Gasperini imposta una gara aggressiva sui creatori di gioco e riesce a lungo a limitare anche Mauro Icardi che a fine primo tempo chiede un rigore per trattenuta di Palomino.
 
Lo blocca a lungo, ma non per tutta la gara perché Icardi torna ad essere letale nella ripresa quando, prima si stacca su punizione di Candreva e di testa buca Berisha per l'1-0 e dopo anticipa in tuffo la difesa atalantina mettendo all’angolino di testa su cross di D’Ambrosio per il 13esimo gol stagionale in 13 partite. L’Inter arretra, gestisce i ritmi e neanche l’ingresso di Petagna riesce ad allungare la manovra bergamasca. Gasperini pensa all’Europa League (giovedì contro l’Everton), Spalletti a scudetto e alla zona Champions League, blindata, almeno per ora, con un +5 punti sulla Lazio (che però ha una partita da recuperare) e un -2 sul Napoli che lascia sperare.