Sulla strada che porterà l’Inter alla fine del girone di andata c’è qualche curva insidiosa che Spalletti dovrà superare tenendo l’auto ben incollata al suolo stradale. Superati gli esami contro Napoli, Roma, Fiorentina e Milan, i nerazzurri devono ancora vedersela contro Juventus e Lazio, ma prima dello scontro diretto di Torino e della sfida di fine campionato contro i biancocelesti, l’Inter ha l’occasione di mettere un po’ di fieno in cascina da usare nei momenti più delicati della stagione. 

LA GRANDE OCCASIONE - Il 14esimo turno di campionato, infatti, prevede la trasferta dei nerazzurri a Cagliari, gara decisamente alla portata per i nerazzurri, almeno sulla carta. In contemporanea la Lazio se la vedrà contro la Fiorentina in casa. Alla 15esima giornata, invece, al Meazza arriva il Chievo, mentre al San Paolo si terrà lo scontro diretto tra Napoli e Juventus e la Lazio affronterà la rivelazione Sampdoria. In poche parole le prossime due gare saranno per l’Inter l’occasione per guadagnare punti che al termine della stagione potrebbero tornare molto utili e che - Juve permettendo - potrebbero consentire ai nerazzurri di andare allo Stadium con un po’ di tranquillità in più. 

SPALLETTI CONSAPEVOLE - Dopo lo scontro diretto della 16esima giornata tra Inter e Juventus, i nerazzurri affronteranno in sequenza Udinese in casa, Sassuolo in trasferta e Lazio ancora in casa, mentre la Juventus avrà Bologna, Roma e Sassuolo. Un calendario molto particolare, che proporrà scontri diretti decisivi per le sorti del campionato. Lo a bene Luciano Spalletti, che in una recente conferenza stampa non aveva nascosto l’importanza di alcuni incontri: “Vedendo l’andamento del campionato, saranno importanti gli scontri diretti”, ma sarà ancora più importante vincere contro le piccole quando le altre sono impegnate a darsi battaglia.