Daniele Padelli, portiere vice-Handanovic nell'Inter, ha parlato del momento attuale dei nerazzurri, intervistato da Premium Sport: "I 3 punti portano entusiasmo, veniamo da un periodo particolare e speriamo di essere tornati sulla strada giusta. Il momento è decisivo, siamo in corsa per il nostro obiettivo e dobbiamo lavorare e fare di più. In Italia è faticoso, devi essere al 100% e i momenti positivi e negativi capitano, ma siamo sempre rimasti lì. Ogni partita è una storia a sé e dobbiamo pensare a gara dopo gara. Abbiamo solo una competizione e bisogna approfittarne. Il Genoa? Abbiamo qualche assenza ma chi gioca qui deve farsi sempre trovare pronto, come è successo nelle ultime partite. A Marassi sarà dura come sempre ma ci siamo preparati bene".

SULLE POLEMICHE RECENTI - "Penso che i panni sporchi si debbano lavare in casa e non ho visto tutti questi problemi che avete raccontato. Forse da fuori qualcuno sa piu di noi. Non ascoltiamo quello che accade fuori, a qualcuno piace evidentemente parlare di cose inesistenti".

SUL GRADO DI RISERVA - "Quando non giochi spesso devi lavorare di piu, personalmente sono pronto a sfruttare l'occasione. Eder, Karamoh, Ranocchia sono sempre al top. Vestiamo una maglia importante che va onorata sempre, non solo la domenica".

SU RAFINHA -: "È un bravo ragazzo, con voglia di campo, grandi qualità, ci darà una mano".

SUGLI ALTRI PORTIERI - "Handanovic, Alisson, Buffon, penso anche a Gomis, tanti bravi ma lo sloveno è davanti a tutti. Siamo un bel gruppo, lotteremo fino alla fine per la Champions, la nostra storia ce lo impone".