Steven Zhang è uno degli uomini centrali della nuova Inter. Figlio di Zhang Jindong, numero uno di Suning, Steven è sempre presente nelle vicende nerazzurre e ha confermato il coinvolgimento del padre che lo chiama per chiedergli dei giocatori, senza magari curarsi del fatto che lui stia a Milano.

Al portale cinese Xcnnews.com, Zhang jr racconta le impressioni su San Siro, su cui Suning vuole puntare come stadio del futuro con una potenziale ristruttuazione: "Non riesco davvero a definire le sensazioni, è come essere a Broadway. Gli stadi europei sono costruiti molto in verticale, quando sono pieni si ha l'impressione che i giocatori vengono mangiati. Quando i tifosi cantano tutti insieme è come uno tsunami; ad esempio, quando 80mila persone lanciano il coro: 'Chi non salta rossonero è...', sembra di essere nel mezzo di un terremoto. Viene la pelle d'oca". La volontà di rimanere a San Siro sembra chiara, parola di Zhang jr.