Brozovic e Joao Mario non rientrano più nel progetto dell’Inter e di Luciano Spalletti. Il tecnico nerazzurro le ha provate tutte per tentare di recuperarli, gli ha dato fiducia, li ha impiegati in diverse zone di campo, ma da parte dei due calciatori sono giunte ben poche risposte. Qualcosa in più ha fatto il croato, che però vive di corrente alterna. Joao Mario invece non si è acceso praticamente mai, lasciando immotivato lo sforzo economico da 45 milioni che tuttora grava sull’economia nerazzurra. 

AL CAPOLINEA - L’idea dell’Inter, ormai alla luce del sole, è quella di vendere sia Brozovic che Joao Mario o almeno di provare ad inserirli in trattative di mercato che possano favorire l’arrivo a Milano di nuovi profili. Per rivalutare il portoghese si cercherà la cessione in Liga, campionato ritenuto adatto alle caratteristiche dell’ex Sporting Lisbona. Si passerà ovviamente da un prestito, visto l’alto costo a bilancio del dieci nerazzurro. Per Brozovic il discorso è diverso: il croato è un calciatore adattabile anche in Premier e la sua cifra a bilancio è inferiore ai 4 milioni di euro. Ausilio e Sabatini sono pronti ad ascoltare chi presenterà offerte a partire da 15 milioni, nonostante la clausola rescissoria da 50 milioni. 

TENTATO SCAMBIO - Nei giorni scorsi i due calciatori sono addirittura stati proposti in Spagna, all’Atletico Madrid di Diego Simeone e al Siviglia di Montella. L’idea dell’Inter è quella di inserirli in trattative di scambio prestiti: interessano Correa, Sarabia e Nolito del Siviglia e Carrasco dell’Atletico, ma al tal proposito Simeone ha già espresso parere contrario alla cessione del calciatore.