Montecarlo è una delle piazze da sempre strategiche per quel che riguarda il mercato della Juve. A volte terreno neutrale dove sviluppare trattative, molto più spesso nel Principato arrivano gli osservatori bianconeri per seguire da vicino obiettivi di mercato della Ligue 1, da sempre e sempre di più uno dei tornei tenuti sotto controllo con maggiore interesse da Fabio Paratici. E proprio nel Monaco sono rimasti alcuni elementi che restano saldamente sul taccuino del direttore sportivo bianconero: non può stupire quindi che allo Stade Louis II anche in occasione di Monaco-Caen sia atteso un uomo di mercato della Juve. Con la missione di continuare a monitorare due giocatori in particolare: il sogno (forse non più) proibito Fabinho e Sidibé.

 

SOLUZIONI A DESTRA – Del jolly brasiliano ormai si sa tutto, da tempo nei radar della Juve, è al centro di un autentico intrigo di mercato tra Psg e Atletico Madrid dopo che a Manchester il derby tra United e City si è infine concluso con un nulla di fatto. La Juve non molla, se gennaio dovesse concludersi con Fabinho ancora al Monaco ecco che Marotta proverà ad inserirsi nella corsa in vista del restyling di centrocampo atteso per la prossima stagione. Discorso simile anche per Djibril Sidibé, tra i profili che stan guadagnando posizioni nelle gerarchie della dirigenza bianconera per raccogliere la tardiva eredità di Dani Alves e Stephan Lichtsteiner: il terzino francese piace ma costa tanto, motivo per cui i sondaggi della passata stagione non si sono poi trasformati in un'offerta vera e propria. In attesa che Mattia De Sciglio possa recuperare dall'infortunio per dimostrarsi recuperato come da speranza iniziale, la prossima estate un grosso investimento in quella posizione rimane però in programma ed allora ecco che le prestazioni di Sidibé e la sua tenuta ad ogni livello verranno seguiti passo passo dalla rete di osservatori della Juve.

@NicolaBalice