La grande sfida è in campo, stasera... e sul mercato, come sempre. Perché Juventus e Inter si stanno sfidando su diversi obiettivi, non solo nomi internazionali ma anche giovani, preferibilmente italiani, politica da sempre portata avanti dalla coppia Marotta-Paratici e intrapresa con convinzione anche dall'Inter di Ausilio ancor più con l'arrivo di Suning alla proprietà nerazzurra.

TALENTI E DUELLI - Un anno fa, di questi tempi, sfida a colpi di milioni per due talenti puri di casa Atalanta: la Juve ha bloccato Mattia Caldara con grande anticipo grazie a un blitz proprio per anticipare l'Inter, sorpasso proprio come quello dei nerazzurri ai bianconeri che volevano Roberto Gagliardini da tempo. In quel caso sono serviti giorni, settimane per chiudere ma il centrocampista della Nazionale è arrivato immediatamente a Milano. Ma se Caldara e Gagliardini si fossero trovati nelle destinazioni opposte non sarebbe stata una sorpresa, anzi. Il mercato è anche questo.

CRISTANTE & CO - Adesso, la storia si ripete su altri gioielli del nostro calcio che promettono benissimo. Come Bryan Cristante, altro giovane esploso a Bergamo con numeri impressionanti in zona gol per un centrocampista: la Juve si è mossa sul talento scuola Milan in tempi non sospetti in vista della prossima estate, ma attenzione perché l'Inter lo considera un giocatore di ottimo livello e di prospettiva, sono arrivati segnali per Cristante anche nella lista nerazzurra. Sfida aperta a sorpresa, mentre per Niccolò Barella c'è la Juve in prima fila senza aver ancora blindato l'accordo col Cagliari per il classe '97 sardo; non a caso, l'Inter osserva e gradisce ma in questo caso non si è spinta oltre. C'è tempo, intanto la super sfida sarà in campo. Senza dimenticare il mercato...