Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, parla ai microfoni di Premium dopo la vittoria per 3-1 sul campo del Sassuolo: "La Juventus è sempre stata vera: a Barcellona puoi anche perdere, anche se dispiace. Al Camp Nou abbiamo fatto un buon primo tempo, mentre nel secondo abbiamo allentato la presa e ci siamo disordinati. Cosa che è avvenuta anche oggi sul 2-0, non dovevamo subire gol. Possibile appagamento? Non ci sono problemi, sono questioni legate alla lettura della partita: in alcuni momenti di gioco può capitare qualche calo di tensione, quando avvengono non ti devi disunire, dobbiamo raccoglierci. Su questo dobbiamo lavorare, ma in generale i ragazzi hanno fatto bene, quindi bisogna fargli i complimenti".

Allgri prosegue: "Higuain? Nessun caso: si sta impegnando, sta passando un momento in cui segna poco, ma arriverà anche il suo momento. Non ci deve pensare, perché più cerca il gol meno lo trova. Ha lavorato molto per la squadra e comunque l’unica cosa che conta è vincere le partite: ora segna Dybala, in futuro dovremo cercare di distribuire di più i gol. Paulo continua a migliorare, ma deve fare meglio quando andiamo in vantaggio: in vantaggio spesso ci incartiamo un po’, invece dobbiamo continuare a spingere. Ma è un giocatore straordinario. Il Milan non è fuori dalla lotta Scudetto, la stagione è ancora lunga. Gli infortuni al momento non mi preoccupano, perché ho giocatori di valore".