La Juventus ha strappato il si di Franck Kessié e adesso sta cercando di bruciare le tappe e anticipare le dirette avversarie per completare l’acquisto del centrocampista ivoriano. L’Atalanta lo valuta oltre venti milioni di euro, i bianconeri vogliono chiudere subito la trattativa e lasciare il giocatore in prestito alla Dea fino al termine della stagione.

PARATICI IN GERMANIA  - Alfredo Pedullà parla un Paratici particolarmente attivo, dato che il DS bianconero ha sondato il terreno anche per Mattia Caldara ed è volato in Germania per capire i margini di manovra che ci sono per Dahoud e Goretzka, anche se il primo gode delle preferenze della dirigenza bianconera che lo giudica più pronto per fare il grande salto, senza considerare che il centrocampista del Borussia Moenchengladbach può ricoprire più ruoli: dal regista al trequartista. Entrambi i giocatori vanno in scadenza nel 2018, Dahoud, però, si può liberare con dieci milioni di euro a fine stagione, grazie a una clausola presente nel suo attuale contratto che infatti il Borussia sta cercando di rinnovare.

LE ALTRE PISTE - Per Gennaio restano ancora vive le piste Witsel e Tolisso, anche se nel primo caso c’è da battere la resistenza dello Zenit, poco incline a cedere il giocatore a gennaio per una cifra troppo bassa, e dall’altra il prezzo del centrocampista francese (che non potrebbe giocare la Champions), valutato 30 milioni di euro dal Lione.