Il Napoli chiama, la Juventus risponde. Scesi in campo un'ora dopo la vittoria - e il momentaneo più tre in classifica - degli uomini di Sarri, i bianconeri sono entrati subito convinti nel derby contro il Torino, sbloccato da un gol del solito Dybala. Rimasti in 10 prima della mezzora per una follia di Baselli che, già ammonito, entra in modo scomposto su Pjanic, i granata non riescono a rispondere e prima dell'intervallo subiscono il 2-0, con un gran tiro da fuori area proprio del centrocampista bosniaco.

POKER JUVE - La squadra di Allegri, che lascia Higuain in panchina per 80 minuti, controlla la partita nella ripresa e realizza il 3-0 con una gran girata di testa di Alex Sandro, su calcio d'angolo battuto da Pjanic, il migliore in campo. Il Torino prova a difendersi, ma rischia più volte di subire il 4-0 che solo due grandi parate di Sirigu su Benatia e Douglas Costa e un palo colpito da Mandzukic evitano in un primo momento. Il poker arriva nel finale, quando Dybala firma la doppietta personale e sale a dieci gol in sei partite di campionato. Finisce così, la Juventus raggiunge il Napoli in testa alla classifica a punteggio pieno e si prepara alla sfida di Champions League con l'Olympiacos di mercoledì..