Lancia l’assalto: due gol in due partite ufficiali, s’è presentato così, segnando al Rabotnicki e al Mi­lan. Ha riposato contro il Vaslui, si scatenerà contro il Genoa. La Lazio ritrova Miroslav Klose, il panzer dei record. Tornerà dal primo minuto come centravanti, ha voglia di urla­re gol davanti ai tifosi biancocelesti. Klose ha messo paura al Milan insie­me a Cisse, fu lui a siglare il vantag­gio a S.Siro con una prodezza (drib­blò Nesta e bruciò sul tempo Abbia­ti). Da agosto in poi ha sofferto per via di un problema alla caviglia de­stra, il dolore si è ripresentato dopo Milano e Reja ha preferito preser­varlo in vista del match di oggi, è giusto utilizzarlo senza spremerlo. Klose è temuto da Malesani e dalla sua banda, sarà guardato a vista, sa­rà marcato stretto, dovrà eludere la sorveglianza in area di rigore, dovrà sfruttare tutta la sua esperienza per bucare la porta di Frey.

IL RUOLO - La Lazio riabbraccia super Miro, in Europa è stato sostituito da capitan Rocchi, in campionato si ri­presenterà fresco e determinato. Klose e Cisse sono i cannonieri bian­cocelesti, si sfideranno in amicizia asuon di gol, vivranno un personalis­simo duello nella graduatoria dei bomber, quella interna e quella na­zionale. Cisse è arrivato a quattro re­ti in tre partite totali, Klose ha giocato di meno, è fermo a due e ha voglia di raggiun­gere al più presto il suo compagno.