Ha dell’incredibile quanto successo in Russia nel corso della partita tra i padroni di casa del Krylia Sovetov Samara e il Tom Tomsk. Non stiamo parlando della prima divisione, ma della Youth League, la competizione che vede impegnate le formazioni Under 21. La partita in questione è terminata 2-1 per il Krylia Sovetov Samara, ma il risultato viene in secondo piano, così come la classifica. Abbiamo visto confrontarsi in campo dodici giocatori, non ventidue, perché la scelta della squadra di casa di indossare la divisa bianca su un campo completamente coperto di neve non ha giovato alla vista degli spettatori. Anzi, è stata alquanto discutibile.

SCELTA DISCUTIBILE - Il Krylia veste blu o bianco, ma nell’occasione ha scelto la divisa bianca contro quella color verde scuro del Tom Tomsk. Prima che la gara iniziasse sono entrati sul campo i mezzi per spalare la neve, il risultato è stato decoroso, ma durante la partita il verde del manto erboso è scomparso e distinguere i giocatori di casa dal terreno è diventata un’impresa ardua per i telespettatori e per i tifosi. Sicuramente più facile farlo in campo, visto che i ragazzi del Krylia - nonostante l’inconveniente - hanno vinto per 2-1 sugli avversari. 

COME NEL DERBY - Qui erano dieci i giocatori difficilmente distinguibili dal terreno di gioco innevato perché vestiti interamente di bianco (portiere escluso), nel derby di Milano erano i venti figuranti vestiti di scuro. Il Milan solitamente veste rossonero con calzoncini e calzettoni di colore bianco, mentre l'Inter di colore nero. E invece nell’ultimo derby quei colori sono stati invertiti: nero per il Milan, bianco per l’Inter. Lo spettatore - da casa e dallo stadio - è rimasto frastornato, perché visti di schiena i ventidue in campo erano tutti uguali. A Krylia erano solo undici, ma distinguerli dal terreno innevato è stato ancor più difficile. Le due squadre hanno giocato la gara col pallone arancione, segno che la società era pronta all’eventualità neve, ma la scelta di disputare la gara con la divisa bianca si è rivelata alquanto discutibile.