Il mercato non dorme mai. Piero Ausilio, ds dell'Inter, lo sa e lavora per il futuro: con il suo entourage continua infatti a visionare giocatori che possono rinforzare i nerazzurri, già a partire da gennaio, soprattutto nel reparto difensivo, visto che quello offensivo appare completo. Un terzino e un difensore centrale, per completare un organico già altamente competitivo. Secondo i media portoghesi, Sapio Desporto su tutti,  la società nerazzurra starebbe continuando a monitorare da vicino Lazar Rosic, 23enne difensore in forza allo Sporting Braga: il serbo, alto 190 centimetri, è arrivato in Portogallo in estate, proveniente dal Vojvodina, e già si è messo in evidenza per le caratteristiche fisiche e la prontezza di intervento.

PER RISCATTARE IL NOME DI VIDIC - Lunedì sera gli 007 dell'Inter erano al Da Luz di Lisbona, per osservare da vicino il difensore nel match tra Benfica e Sporting Braga: sul taccuino il serbo, ma anche Semedo e Lindelof. Gli Arsenalistas sono usciti sconfitti per 3-1, ma Rosic ha realizzato l'unica marcatura per i suoi. Il serbo è stato pagato in estate 600mila euro e ha firmato un contratto con i portoghesi fino al 2021. Under 19 ed Under 20 con la propria nazionale, ha già visto il proprio valore incrementare copiosamente in poche settimane. Ausilio ci sta pensando seriamente: il classe '93, 23 anni compiuti, ricorda il primo Nemanja Vidic, che a Milano non rimembrano sicuramente con piacere. Che sia arrivato il momento di riscattare la parentesi nerazzurra dell'ex Man United? Il discepolo Rosic ci vuole provare, sin da gennaio. 

@AleDigio89