La Lazio è attesa dall'impegno contro l'Inter dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Juventus e Simone Inzaghi ha parlato così in conferenza stampa: "Era una finale arrivata dopo un percorso esaltante. Avevamo una grandissima chance, nonostante la forza di una squadra che giocherà una finale di Champions League. Non siamo stati perfetti, ci abbiamo provato ed è normale essere delusi. Ora testa all'Inter". Sui singoli: "Strakosha aveva un problema di influenza, De Vrij è da valutare. Avremo un'altra seduta domani, eccezion fatta per Marchetti, Lukaku e Parolo cercheremo di recuperare tutti gli altri".

IL FUTURO - Sul proprio futuro in biancoceleste: "Giusto definire questa questione, ma sono fiducioso. Normale ambire a essere competitivo su tutti e tre i fronti, l'anno prossimo ci sarà un bel percorso. Vorrei evitare i problemi del secondo anno. Dovremo trattenere i migliori per non indebolirci. Una volta rinnovato il mio contratto pianificheremo al meglio le prossime mosse". Su quello dei migliori talenti a sua disposizione, invece: "Pianificheremo tutto per non interrompere questo grande percorso, anche se il secondo anno non è mai facile. Per aprire un ciclo i migliori devono restare alla Lazio. Felipe Anderson, Keita e Immobile sono tre grandissimi giocatori. A volte ho deciso di rinunciare a qualcuno, ma per avere un certo equilibrio. Valuterò per domani, l'importante è chiudere al meglio davanti al nostro pubblico".