Osservato speciale. Gli uomini dello scouting del Milan sono vigili in Sudamerica, con Massimiliano Mirabelli sempre a capo di ogni missione in quei Paesi che conosce a memoria. Uno dei nomi più caldi degli ultimi mesi è sicuramente quello di Lincoln, attaccante classe 2000 del Flamengo e stella del Brasile all'ultimo Sub17. Gol, giocate di qualità tipicamente brasiliane e i segnali di un talento vero in prospettiva: non è un caso se il Milan lo ha seguito, continua a farlo e ha preso informazioni su di lui.

CLAUSOLA E RINNOVO - Il problema principale che sta frenando i rossoneri dall'entrare prepotentemente in gioco su Lincoln, nel mirino di tanti top club, è la clausola rescissoria che lo lega al Flamengo: 30 milioni di euro, questa la cifra che ha già fatto raffreddare la Juventus, tra le prime società a informarsi su questo prospetto brasiliano ormai un anno fa. C'è di più: in queste ore, la dirigenza del Flamengo ha incontrato gli agenti di Lincoln per proporre un ulteriore rinnovo, un nuovo contratto fino al 2022 alzando la clausola rescissoria. L'attaccante ci sta pensando con i procuratori e con la sua famiglia, ma di sicuro è un altro segnale che allontana il Milan da questo tipo di operazione. Difficilissimo portarlo in Italia, eppure gli occhi vigili rimangono. Su un talento complesso da avvicinare: questione di clausola.