Un manifesto del calcio, tra due squadre spettacolari. Finisce 1-1 la sfida di Etihad tra Manchester City e Liverpool, un risultato che non rende giustizia a quello che si è visto in campo e che serve soprattutto al Chelsea di Conte, sempre più vicino a mettere le mani sul titolo. Solo due gol, potevano essere almeno quattro di più, considerando la miriade di occasioni da una parte e dell'altra. Segnano Milner su rigore, al settimo penalty trasformato in stagione, e Aguero, al quinto gol in casa ai Reds. Tutto qui, ed è davvero un peccato. In 90 minuti succede di tutto, è un valzer di tiri, parate, gol mangiati, errori clamorosi. Come quello di Lallana a pochi minuti dal 90', su invito di Firmino. 

CITY AL PALO - Il Manchester City sfonda soprattutto a sinistra, con un Sané devastante. Il tedesco è il migliore in campo per distacco, dai suoi piedi nascono le occasioni migliori che né Aguero né Fernandinho riescono a sfruttare. I Reds rispondono colpo su colpo, Caballero nega la gioia del gol a Mané e Firmino, Lallana a porta vuota non trova il pallone. Nel finale da segnalare anche il palo di de Bruyne. Finisce 1-1, il Liverpool rimane quarto a 56 punti, uno in meno del City, che deve però recuperare una partita.