In diretta a “4-4-2” è intervenuta la bandiera dell’Inter Sandro Mazzola: “Le parole di Ausilio sull’assenza del gruppo? Non le condivido perché il gruppo l’ha costruito lui e se non c’è significa che chi ha costruito questo gruppo non è all’altezza e non ha formato una squadra da Inter. Conosco bene Ausilio, l’ho portato io all’Inter perché mi sembrava un giovane molto valido. Però forse non ci sono i presupposti per fare un progetto di un certo tipo. Io non avrei fatto queste dichiarazioni, la cosa più importante è parlare in faccia ai giocatori e all’allenatore per capire i veri problemi. Così non si risolve niente. Nonostante tutto però l’Inter però deve ripartire da lui perché conosce l’ambiente e il mondo del calcio. L’innesto di Sabatini nel quadro dirigenziale? Lo conosco, sa quello che deve fare, è un professionista molto valido e farà bene il suo lavoro. Chi salverei di questa rosa? Ci sono almeno cinque giocatori dai quali ripartire. Poi bisogna andare a cercare quei due o tre acquisti soprattutto in difesa e a centrocampo. Ma servono giocatori che facciano reparto da soli, non serve una rivoluzione. L’allenatore giusto per l’Inter? E’ difficile rispondere, Mourinho non credo che possa tornare”.