Sandro Mazzola, ex capitano e bandiera dell'Inter, ha voluto dire la sua sulla vicenda Icardi a SportMediaset: "La vicenda Icardi? Ci sono rimasto male anche io, non me l’aspettavo. In campo è un giocatore che ci sa fare, non so cosa sia successo che l’ha portato a fare questa cosa." 

SUL CAPITANO - "Che caratteristiche deve avere un capitano? Il capitano dovrebbe essere quello che interviene al momento opportuno che è sempre lucido nei momenti delicati della partita per quanto riguarda il campo. E’ quello che va a consolare il compagno che sbaglia un gol o che va a difenderlo dopo una cosa che non avrebbe dovuto fare. Icardi in alcuni casi l’ha fatto con i compagni poi però a volte fa cose che non avrebbe dovuto fare. 

SULLA FASCIA - "La decisione della società di non togliergli la fascia? Secondo me hanno fatto bene, è stato giusto multarlo e parlargli. Poi si vede che hanno visto che il giocatore ha capito l’errore. Leggerezza della società per non aver letto prima il libro? Secondo me lui doveva chiedere il permesso di scrivere un libro. Una volta era così, io ho scritto 4 libri e quando giocavo ho sempre chiesto alla società prima di pubblicarlo. Loro leggevano le bozze e solo dopo lo stampavo. Questa è una società con la proprietà straniera e non si capisce come sia potuta succedere una cosa del genere, nel 2016."

SUGLI ULTRAS - "Le parole degli ultras? Alla fine sono loro che fanno la società di calcio, che seguono al squadra ovunque che spendono soldi per la squadra. Io una volta sono andato in curva a chiedere scusa perché avevo sbagliato una partita: ci vuole coraggio per fare queste cose."

SU ICARDI - "Icardi accuserà il colpo? No, adesso giocherà ancora meglio, vorrà far vedere che lui è Icardi ed è ancora più forte di prima. Per come lo conosco io dall’esterno nella prossima gara fa due gol."

SU DE BOER - "Bisogna dare ancora fiducia a de Boer? Sì, lo conosco bene e vuole dare una mentalità che l’Inter negli scorsi anni non aveva. Migliorerà alcune cose ma è un grande allenatore che farà una grande Inter”.