Milan-Austria Vienna 5-1
 
Donnarumma 5,5: Sbaglia completamente il tempo dell'uscita su Monschein in occasione dell'inatteso vantaggio ospite. 
 
Zapata 6: Da terzo a destra esprime il meglio del suo repertorio, trascorre una serata piuttosto tranquilla.
 
Bonucci 5,5: Un errore di posizione in occasione del gol degli austriaci, quando tiene in gioco Monschein. Si riscatta, parzialmente, guidando con autorevolezza la difesa e cercando anche qualche sortita in attacco. (Dal 78' Gomez s.v)
 
Musacchio 6: Il suo dirimpettaio Pires ha un altro passo e gli crea qualche grattacapo, l'argentino regge bene tutto sommato. 
 
Rodriguez 7: Torna nel suo ruolo naturale, quello di esterno sinistro, e sfodera una prestazione di grande intensità e propulsione offensiva. Trova il secondo gol in Europa League con un  buon movimento sul secondo palo, entra nell'azione della terza marcatura. (Dal 63' Antonelli 6: Entra in una fase di stanca della partita ma riesce comunque a mandare in gol Cutrone )
 
Kessie 5,5: Non è di certo la sua serata e lo si nota fin dalle prime battute di gara quando sbaglia anche i tocchi più elementari. Lontano parente del carro armato ammirato ad inizio stagione.
 
Biglia 6: Timidi passi avanti, cerca di portare avanti una regia semplice e lineare. Mancano ancora diversi step per rivedere il vero Lucas.
 
Calhanoglu 6: I mezzi tecnici ci sono eccome, basti guardare il cioccolatino che offre ad André Silva per il 4-1. Quel che manca all'ex Bayer Leverkusen è la personalità nel farsi dare il pallone, nel cercare la giocata decisiva con una certa continuità. Da uno come lui non ci si aspetta solo il compitino. 
 
Borini 7: Padrone incontrastato della corsia destra, fa su e giù senza soluzione di sosta. Impreziosisce la sua prova con due assist decisivi. (Dal 73' Locatelli 6: Si piazza in meno al campo per dirigere il traffico, lo fa con buona qualità)
 
Cutrone 7: Attacca gli spazi con i tempi giusti, dando profondità e sbocchi al gioco del Milan. Torna al gol dopo due mesi, l'ultimo lo aveva messo a segno proprio in Europa League contro il Rijeka. Probabilmente meriterebbe maggiore considerazione. Nel finale mette il punto esclamativo con una doppietta d'autore.
 
Andrè Silva 7: Il bello di notte torna ad illuminare San Siro. L'Austria Vienna diventa una vittima preferita, dopo la tripletta dell'andata arriva una doppietta questa sera. Due gol alla Inzaghi, un messaggio forte recapitato a  Vincenzo Montella.
 
All.Montella 6: Collocando i giocatori nei loro ruoli naturali, si vede un Milan migliore, al netto di un avversario molto modesto. 
 
Austria Vienna: Pentz 5; Mohammed 5; Abdullahi 5; Monschein 6,5; Serbest 6; Prokop 5,5; De Paula 5; Borkovic 5,5; Salamon 5 (dal 68' Gluhakovic6); Holzhauser 6; Pires 6 (dal 77' Tajouri-Shradl s.v).