Il Milan ha scelto, il candidato numero uno per rinforzare la rosa a disposizione di Vincenzo Montella è l'esterno d'attacco dell'Everton, Gerard Deulofeu. Considerato il sostituto ideale di Suso nello scacchiere del tecnico napoletano, il club rossonero sta portando avanti da tempo una trattativa con il suo entourage e con il club inglese.

L'OFFERTA DEL MILAN - Con un budget bloccato a zero, l'attuale amministratore delegato Adriano Galliani sta continuando ad offrire all'Everton soltanto opzioni di prestito, secco o leggermente oneroso (se diverrà ufficiale la cessione di Luiz Adriano allo Spartak Mosca), con diritto di riscatto che si aggira intorno ai 7 milioni di euro. 

L'EVERTON VUOLE CEDERE - La formazione inglese sta mettendo in piedi una grande campagna tesseramenti e con gli arrivi di Lookman, Schneiderlin e Belfodil (gli ultimi due in fase avanzatissima) il manager Koeman ha dato il via libera alle cessioni. Fra i candidati a lasciare il club c'è proprio Deulofeu per cui, però, i Toffees non hanno ancora aperto la porta ad un prestito.

DUE CLAUSOLE PRO BARCELLONA - Sei furono infatti i milioni di euro spesi dall'Everton per strappare Deulofeu al Barcellona nel corso dell'estate del 2015, ma come riportato da Mundo Deportivo, nei contratti stipulati fra i club furono inserite 2 clausole in favore del club blaugrana. Il Barcellona, infatti, si è assicurata con i Toffees un diritto di prelazione per il riacquisto del cartellino del giocatore e un 5% sulla cifra incassata sulla futura rivendita del cartellino. Deulofeu, va detto, a Barcellona non ha mai convinto e difficilmente i blaugrana faranno ostruzionismo sulla possibile cessione al Milan. Nella cessione ai rossoneri, tuttavia, andranno comunque tenute in considerazione anche le clausole in favore del club catalano. Montella lo aspetta, il Milan lo ha scelto. Per Deulofeu è solo questione di tempo.