La sconfitta contro la Lazio ha tolto alcune certezze al Milan di Vincenzo Montella. I sei successi consecutivi avevano illuso, quella rossonera è una squadra ancora in fase di costruzione. Dopo i quattro schiaffi presi in campionato, ecco l'occasione giusta per rialzare la testa: contro l'Austria Vienna, domani sera, è vietato sbagliare. Per iniziare bene il cammino nei gironi in Europa League, l'Aereoplanino si affida a uno specialista della competizione, Nikola Kalinic.

NUMERI DA EUROPA - Per Montella l'ex Fiorentina è sempre stata una prima scelta, nonostante la società aveva cercato il famoso top player. Per via di una grande predisposizione al lavoro per la squadra ma anche per un feeling con il gol emerso specialmente nelle gare di Europa league. Dal momento del suo esordio nella competizione, nella stagione 20212/2013, l'attaccante croato ha messo insieme la bellezza di 13 reti, 7 con la maglia del Dnipro trascinato in finale e 6 con la maglia della Fiorentina. Meglio di lui solamente Aduriz (18), Gameiro (17) e Soriano (15).

OCCASIONE DA NON FALLIRE - L'Austria Vienna sarà un esame importante per Kalinic, alla sua prima da titolare con la maglia del Milan. Montella e i tifosi da lui si aspettano non solo i movimenti giusti ma anche i gol, un buon numero tale da poter pensare di competere ai massimi livelli fin da subito. Un'occasione da non fallire quindi, per dimostrare di essere l'attaccante giusto e che l'investimento da 25 milioni di euro non è stato sbagliato.