Manuel Locatelli sta attraversando uno dei momenti più delicati di una carriera, iniziata da poco ma che, a poco più di un anno di distanza dal suo picco (lo splendido gol-partita nella sfida di San Siro contro la Juventus), è già arrivata al suo primo momento di svolta. L'arrivo dal mercato di un giocatore fortemente voluto dalla nuova proprietà come Lucas Biglia e il modo col quale l'ex capitano Riccardo Montolivo si è recentemente riproposto hanno finito per far perdere posizioni al centrocampista classe '98. Uno dei possibili volti nuovi di un calcio italiano costretto a ripartire da zero dopo il fallimento Mondiale degli uomini di Ventura, bisognoso di rilanciarsi a livello di club prima di poter ambire a una chance in azzurro, altro fronte dal quale ultimamente non sono arrivate grande soddisfazioni.

CASO 'NAZIONALE' - Ha fatto rumore la reprimenda subita da Locatelli durante l'ultima amichevole dell'Under 21 con la Russia, col ct Di Biagio che lo ha duramente ripreso per non essersi fatto trovare pronto al momento della sostituzione. Questione di atteggiamenti, di comportamenti, ma forse anche di una soglia di attenzione che è venuta un po' meno in un periodo che, da qui a fine dicembre, sarà determinante per conoscere il futuro prossimo del prodotto del vivaio rossonero. Solamente sfruttando meglio di quanto non abbia fatto nelle sue ultime apparizioni le occasioni che Montella gli concederà, Locatelli potrà pensare di tornare a scalare le gerarchie e tornare un protagonista di un Milan in cerca di rilancio dopo un avvio di stagione al di sotto delle aspettative.

CESSIONE NELL'ARIA? - Un riscatto invece quello del giovane calciatore rossonero che, nel caso in cui il suo minutaggio non dovesse aumentare nelle prossime settimane, potrebbe anche passare attraverso piste alternative. Nei giorni scorsi, è tornato d'attualità l'interesse del Milan per il croato Badelj della Fiorentina che, secondo quanto riferisce il quotidiano La Nazione, avrebbe chiesto in cambio proprio Locatelli. Un'ipotesi ad oggi, avallata anche dai retroscena emersi dall'ultima assemblea dei soci, che ha evidenziato come la partenza di un calciatore costato zero risulterebbe molto più vantaggiosa per gli attuali conti del club rossonero. La sua carriera è iniziata da poco, ma per Locatelli è già arrivato il primo momento di svolta.