Zlatan Ibrahimovic al Milan, c'è il piano: dopo le parole al miele di Silvio Berlusconi ieri al raduno, secondo la Gazzetta dello Sport Adriano Galliani sta preparando la strategia e i fondi per affondare l'assalto. La recente revoca da parte dell'Uefa delle sanzioni sul Fair Play Finanziario al PSG rendono possibile un grande acquisto per il club dell'emiro Al Khelaifi: i sogni  rimangono  Cristiano Ronaldo e Benzema del Real Madrid, oltre ad Angel Di Maria del Manchester United. Il Diavolo dal canto suo ha deciso: vuole riportare Zlatan a Milano. Perchè Zlatan fa la differenza.

LA STRATEGIA - Ci sono stati diversi contatti nelle scorse settimane tra Adriano Galliani e Mino Raiola: gli argomenti sono stati gli aspetti economici dell'eventuale accordo con lo svedese, qualora si liberasse dal PSG. Zlatan percepisce attualmente 12 milioni netti più bonus in scadenza tra un anno. Per venire al Milan è pronto a dimezzarsi lo stipendio, scendendo a 6 milioni di euro all'anno, purchè gli venga garantito un contratto sino al 2018. Una vecchiaia dorata in rossonero, visto che il contratto scadrà quando Ibra avrà 38 anni. Anche se il pallino per ora rimane nelle mani del club francese, in via Aldo Rossi si respira ottimismo: il Milan vuole invecchiare con Ibra.