Con Montella ha trovato poco spazio, con Gattuso le cose non sono migliorate: titolare contro l'Inter in Coppa Italia, nel ruolo di mezzala, poi sempre panchina, con soli 19 minuti disputati nella gestione Ringhio. Manuel Locatelli, classe '98 cresciuto nel vivaio rossonero, a gennaio può lasciare la base pre trovare spazio, fiducia, convinzione e minuti in un altro lido; un anno fa, in un Milan che aveva 14 punti in più in classifica, era il nuovo che avanzava, in questa squadra piena di difficoltà, invece, è il giovane che non trova spazio. E il prestito, nel mercato invernale, può essere la soluzione migliore. 

SPAL E FIORENTINA, CHE INTRECCIO! - Due sono i club interessati a Manuel Locatelli: uno è la Fiorentina, con la quale si era ipotizzato uno scambio con Badelj, in scadenza di contratto con la Viola. Pista difficile, questa. L'altro club, invece, che ha un debole per il regista di Lecco è la Spal: seguito in estate, è pronta a rifarsi viva. Sempre "colpa" della Fiorentina: se il regista croato dovesse partire (piace alla Roma), la dirigenza toscana andrebbe, secondo il Corriere dello Sport,  su Federico Viviani, di proprietà del Verona ma in prestito al club di Ferrara. Per rimpiazzare il centrocampista romano, ecco Locatelli, il sogno del direttore sportivo Vagnati.